NON C’E’UN LUOGO COME UN’ISOLA CHE DETTI CONFINI. NON C’E’ MAI STATA UN’ISOLA COME VENTOTENE CHE ABBATTESSE LE FRONTIERE.

Si è conclusa il 31 marzo, la bella esperienza a Ventotene della studentessa, Musicco Annalisa della classe 5 ^A enogastronomia del nostro istituto.

L’alunna e i 7 studenti delle Scuole superiori in Rete di Molfetta hanno avuto modo di  prendere parte attiva alla seconda edizione del progetto “Educazione alla cittadinanza”, organizzato dall’associazione culturale LA NUOVA EUROPA con altri 50 studenti di diversa provenienza (Lycèe Chateaubriand di Roma, Scuola europea di Varese, Liceo Mamiani di Roma, Liceo Cutelli di Catania).

Durante le tre giornate di studio, i partecipanti hanno potuto vivere lezioni di Storia locale presso la ex Cittadella Confinaria e l’Archivio storico del Comune di Ventotene che fu sede di confino anche per Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni e Sandro Pertini.

Interessanti e formative sono state le  conferenze che hanno riguardato la necessità della  costruzione di uno stato dell’Unione Europea partendo dall’idea del Manifesto di Ventotene (relatore Gabriele Panizzi) e la conoscenza delle Carte per sentirsi cittadini europei (relatore Andrea Patroni Griffi).

Sicuramente il punto di forza del progetto sono stati i laboratori di cittadinanza che hanno visto protagonisti tutti gli studenti partecipanti. Molti di loro saranno chiamati a votare per la prima volta nelle elezioni europee di maggio 2019 ed è un appuntamento di particolare importanza per l’esercizio di uno dei diritti fondamentali della cittadinanza.

In un momento storico così difficile per la tenuta dell’Unione Europea, com’è quello attuale,è stato chiesto agli studenti partecipanti di far sentire la loro voce, loro che conoscono i vantaggi e la libertà di girare da un paese all’altro senza frontiere. Così sono stati chiamati a discutere di difesa, voto, ambiente, razzismo, istituzioni europee per ipotizzare e costruire una nuova Europa. Le loro proposte, raccolte in un DECALOGO hanno dato vita all’idea di un’Unione europea, già sognata e programmata da Spinelli e Colorni. Il Decalogo sarà esposto e commentato in uno stand delle Giornate dell’Arte e della Creatività, presso il nostro istituto.

Gli studenti partecipanti al progetto hanno compreso che l’Europa unita può essere realizzata solo combattendo lo scetticismo nei confronti delle istituzioni e diventando parte attiva delle stesse.

VENTOTENE 2
Follow by Email
Facebook
Twitter
YouTube

Allegati